Il fumo fa male al portafoglio....

Aggiornato il: apr 18

Molti lettori ci odieranno per quello che stanno per leggere. Molti lo sanno ma preferiscono non affrontare l'argomento: "è l'unico vizio che ho", "ne fumo 3/4 al giorno", "fumo solo dopo i pasti", (....), sono le scuse che diamo per prenderci in giro da soli. Lo sappiamo che ci fa male e non solo alla salute.


La media delle sigarette fumate da ogni consumatore è di 13 al giorno. E fuma 1 italiano su 4.


Partiamo dalla salute, menzionando i benefici dello smettere di fumare invece dei danni che arreca questa abitudine, poi affrontiamo l'argomento dal punto di vista economico.


Smettere di fumare ha benefici ed effetti secondari già dal primo giorno:

  • Dopo 8 ore va via il monossido di carbonio, permettendo all'ossigeno di compiere il suo compito.

  • Dopo 24 ore aumentano i colpi di tosse perché il tuo corpo si libera delle tossine presenti nei polmoni diminuendo la possibilità di contrarre malattie alle coronarie.

  • Dopo 48 ore le papille gustative riprendono il loro funzionamento.

  • Dopo 72 ore possono comparire mal di testa a causa della sparizione della nicotina, ma anche ansia e nausea, questo è il peggio che può accadere.

  • Dopo un mese si allontanano le possibilità di contrarre diabete, tumori e patologie cardiovascolari.

  • Dopo i 3 mesi diminuisce la tosse e si ha la sensazione di respirare meglio.

  • Dopo un anno si dimezzano tutti i rischi di ammalarsi per cause riconducibili al fumo.

  • Dopo 15 anni il tuo organismo si è completamente ripristinato come se non avessi mai fumato.

Questi dati sopra elencati sono da considerare come media. Per cui se fumi di più o meno 13 sigarette al giorno i tempi si allungano o si accorciano.


Veniamo ora ai benefici economici....



Teniamo in considerazione sempre la media nazionale di 13 sigarette al giorno.

L'incidenza di spesa giornaliera è pari a 3,60 euro circa.

Questo valore diventa:

  • 25,00 euro settimanali,

  • 108,00 euro mensili,

  • 1.296,00 euro l'anno.

Ogni sigaretta fumata brucia una parte dei tuoi soldi. La cifra annuale che abbiamo calcolato corrisponde per molti ad una "tredicesima", per cui meglio averli e metterli nel contenitore della "libertà finanziaria" (vedi articolo dedicato alla gestione familiare) piuttosto

che incenerirli.

Ma se in famiglia non si è da soli a fumare? Allora l'incidenza sul bilancio familiare comincia ad avere dimensioni diverse. Tutti i valori di cui sopra raddoppiano se non addirittura triplicano se in famiglia fumano più di 2 componenti. Per cui cifre importanti che se risparmiate, permettono di liberare risorse economiche per vivere più agiatamente.

Puoi pagarti una parte di mutuo della casa, la rata della macchina, avere i soldi per la spesa, accumularli per le vacanze invece che chiedere prestiti o usare carte di credito (di questo parleremo in un altro articolo).

Ma come si fa a smettere tutti insieme? Molto difficile in effetti. Ognuno deve decidere per conto suo. Il primo dà l'esempio agli altri.

Smettere non è facile soprattutto perché nei primi giorni la mancanza della nicotina si fa sentire: oltre al forte desiderio di fumare è normale sentirsi inquieti, irritabili, depressi o stanchi; molti fanno fatica a dormire e a concentrarsi.


È bene prepararsi a questi momenti dedicandosi ad attività gradevoli che possano aiutare a distrarsi, meglio se in compagnia e all’aria aperta. Anche una passeggiata con un amico “alleato” in questa impresa può aiutare a superare i momenti critici.

Quando si smette di fumare è bene bere abbondantemente, aumentare il consumo di frutta e verdura e muoversi di più.


Vuoi provarci? Fai un tentativo. E' solo un'abitudine da rimuovere dal tuo cervello. Se ti impegni ad ascoltare questo -> Audio, che ha il compito di riprogrammarti la mente, avrai buone possibilità di arrivare all'obiettivo (l'audio è stato creato da Paul McKenna ipnoterapeuta). Per avere il migliore risultato, ti consigliamo di ascoltarlo con le cuffie prima di addormentarti (dopo l'ultima sigaretta della giornata e mentre sei rilassato!!). Tassativo! Ascoltalo per almeno 3 settimane, non di meno, meglio 4 settimane. Poi sarà meno difficile fare la scelta definitiva per interrompere questa dipendenza cronica. LIBERATI dalla schiavitù del fumo, ti saranno grate tutte le persone intorno a te e il tuo portafoglio !