L'illusione della sicurezza del posto fisso.

Aggiornato il: ott 17

Gli Italiani sono follemente innamorati del posto fisso. Si ha una fonte di guadagno sicura, almeno in teoria, e una certezza di una entrata fissa, non soggetta agli alti e bassi del mercato. Ma l'ultimo ventennio ha caratterizzato una crisi economica che ha reso il posto fisso una eccezione e la precarietà una regola.


Inoltre il posto fisso si è ridotto ad essere presente esclusivamente nel settore pubblico, perché ormai, anche le grandi aziende vivono in un clima di incertezza. Chi si trova precario lo immagina come un fattore transitorio, in attesa di un contratto a tempo indeterminato. Ma le leggi italiane, oggi, garantiscono un ampio margine alle aziende di "sbarazzarsi" della forza lavoro. Per cui anche un contratto a tempo indeterminato è pura illusione.

Passi un intero mese svolgendo una professione che impegna la maggior parte della tua vita in attesa del 10, del 15 o del 27 del mese a seconda dei casi, giorno in cui arriva la boccata di ossigeno. Arrivata la tua dose, come una droga, sei preso dall' euforia, copri i tuoi debiti e ti togli qualche sfizio, poi sei punto a capo.

Ti sei reso conto che il posto fisso non è più una certezza, oltre a non garantirti le somme necessarie al soddisfacimento dei tuoi bisogni? Aziende che chiudono, tagli al personale, chiusura di filiali di banche e uffici postali, tagli degli straordinari, spostamento di sedi all'estero, ecc. Se questa è l'unica fonte di reddito e ad un tratto la perdi, ti ritrovi al verde e nel panico perché hai una famiglia da mantenere.

Ricorda che chi ti da lavoro mette al primo posto il profitto dell'azienda sia essa pubblica o privata. Per cui per il bene dell'azienda possono essere effettuate delle scelte riduttive ai danni dei dipendenti.

Firmando un contratto di lavoro hai accettato di scambiare il tuo tempo per denaro: 5 o anche 6 giorni contro 1 massimo 2 giorni per fare quello che vuoi. Così fino alla pensione (anche questa non più sicura!). Era quello che desideravi da ragazzo mentre ti formavi a scuola?

In inglese JOB (lavoro) acronimo di just over broke, significa al di sopra della soglia di sussistenza. Per l'85% degli Italiani è ancora ricercato. La tecnologia è diventata una minaccia per parecchie professioni tipo, ad esempio, le agenzie di viaggi che sono sostituite dagli acquisti dei viaggi on line, oppure dalle casse automatiche che riducono i casellanti delle autostrade o gli operatori degli sportelli bancari.

Una volta, in famiglia, lavorando in 2, con i rispettivi stipendi fissi, si poteva vivere anche bene in qualsiasi parte d'Italia. Oggi in alcune zone tipo Roma o Milano non sono più sufficienti.

Il posto fisso ha come limite, che la giornata è composta comunque da 24 ore, il tempo non si può allungare, e l'uomo ha un limite di ore oltre il quale non può dare perché esaurisce le energie.

Per avere più tempo devi guadagnare più denaro, ma per guadagnare più denaro devi dedicare più tempo.

Questo sistema non sta in piedi, arriverà il momento in cui avrai esaurito il tempo da dedicare al lavoro e non riuscirai a guadagnare di più.

L'alternativa, per sbarcare il lunario ed iniziare a costruirsi un futuro, potrebbe essere quella di investire su se stessi. Le generazioni che sono nate e cresciute senza internet hanno convissuto per molti anni con l'idea che investire su se stessi abbia un costo, non solo in termini di tempo, ma anche di natura meramente economica, per ottenere le specializzazioni e le competenze necessarie perché la cosa porti i suoi frutti.

In realtà ora molto è cambiato e sono in tanti a cogliere opportunità che un tempo non si potevano neppure lontanamente immaginare. E queste opportunità sono quanto mai reali e concrete, ed è il mondo di internet ad offrirle. Così come è sempre internet ad offrire le soluzioni dal punto di vista della formazione, che un tempo si potevano trovare nei libri o in corsi specifici per i quali c'erano delle spese da sostenere.

Il posto fisso non c'è più, e spesso non c'è nemmeno un misero posto a tempo determinato, ed è così che molti cercano e trovano soluzioni alternative, a volte inventandosi un mestiere. Se trovare un posto fisso è diventato molto più difficile, al contempo è diventato molto più facile investire su se stessi creandosi da soli le proprie opportunità.

I vantaggi sono molti, a cominciare dalla libertà di gestire il proprio lavoro nei tempi e coi ritmi che si preferisce, senza contare che ci si può slegare dalle meccaniche proprie della globalizzazione, trovando la propria dimensione in opportunità strettamente legate alle proprie attitudini, e in quanto tali in grado di offrire maggiori soddisfazioni personali.

Bisogna prevenire oggi anche l'eventualità di rimanere senza lavoro o non avere più le forze di farlo.



Ma intanto distinguiamo il "lavoro" dalla "professione". Quando chiedi a qualcuno "che lavoro fai?" e ti risponde "Dentista, Chirurgo, Commercialista, Idraulico, ecc." questo non è un lavoro ma una professione, ossia scambio tempo per denaro. Con il lavoro costruisci entrate automatiche che ti danno reddito anche senza un tuo intervento. Creando fonti di reddito che non dipendono dal tuo tempo, riuscirai ad avere un guadagno, che non solo migliorerà il tuo stile di vita, ma ti renderà tranquillo nel caso in cui il posto fisso venisse meno, o, per qualche motivo, non potessi continuare ad espletare la tua professione.

Sicuramente all'inizio si dovranno dedicare molte energie per creare entrate automatiche, senza un ritorno immediatamente disponibile, ma si tratta di uno sforzo che si traduce in libertà finanziaria.

Perciò prepara il tuo piano B che ti consentirà di vivere una vita più qualificata e con più tempo disponibile. Potrai comunque svolgere la tua professione, ma non sarai più vincolato ad essa.

Seguici su questo blog per conoscere come crearsi delle entrate automatiche.